Neseir (GD): «Problema sicurezza e chiusura parchi a causa di carenze dell’amministrazione»

Neseir (GD): «Problema sicurezza e chiusura parchi a causa di carenze dell’amministrazione»

L’attacco all’amministrazione comunale del segretario dei Giovani Democratici

«Torniamo ancora una volta, a malincuore, ad evidenziare le carenze dell’amministrazione comunale che anziché offrire soluzioni a problemi già esistenti nella nostra città, si “diverte” a crearne di nuovi». Inizia così la nota di Omar Neseir Segretario GD Andria e membro della segreteria PD Andria

«È notizia recente – continua Neseir – il sopralluogo effettuato dal direttore generale ASL BT Alessandro Delle Donne che ha messo a fuoco i problemi di sicurezza riguardanti la zona Fornaci in cui è ubicata la sede della direzione generale. La conseguenza potrebbe essere il dislocamento nella vicina Trani della stessa sede. A differenza di Grazia Di Bari che parla di questo o quel consigliere regionale, e si domanda se diatribe interne favoriscano o meno il dialogo tra le parti, noi vorremmo sapere qual è la posizione del nostro silente Sindaco sulla questione ASL e come reagisce all’accusa di mancanza di sicurezza nella città che amministra. Approfitto per chiedere a Giorgino come mai si è arrivati al punto di non pagare l’assicurazione obbligatoria per tenere aperti i parchi pubblici, luoghi di ritrovo per molti bambini e anziani? Come pensa di risolvere il problema? Inoltre qualche tempo fa abbiamo sollevato la mancanta apertura dello stadio “Sant’Angelo Dei Ricchi” che l’assessore ai lavori pubblici Gianluca Grumo in data 17 Marzo 2017 aveva annunciato come imminente. Dalla fase finale dei lavori, come preannunciato da Grumo nella suddetta dichiarazione risalente a Marzo, a dicembre 2017 in cui l’assessore allo sport Lopetuso aveva dichiarato che entro un mese sarebbe avvenuta l’inaugurazione della struttura, sono passati altri tre mesi e la situazione non è ancora cambiata. Chiedo risposte per i tanti giovani che sono il cuore pulsante della nostra comunità e il silenzio del nostro Sindaco non fa altro che alimentare il malumore che serpeggia già da tempo tra gli andriesi.