Derby al Monopoli, una doppietta di Sarao condanna la Fidelis Andria

E’ notte fonda per la squadra di Papagni che resta sola al penultimo posto

Un’altra domenica da dimenticare, un’altra pesante sconfitta in un derby. La Fidelis Andria esce con le ossa rotte dal confronto del “Veneziani” contro il Monopoli. La formazione biancoverde s’impone 2-0 grazie alla doppietta di Sarao nella seconda frazione.

Papagni conferma il collaudato 3-5-2 e recupera finalmente in difesa Colella al fianco di Quinto e Celli. Sulle fasce l’ex Lobosco sulla sinistra e Tiritiello a destra, in mediana la scelta ricade su Longo, in avanti la coppia Croce-Lattanzio. Scienza risponde con un 3-4-1-2: Rota vince il ballottaggio con Longo sulla destra, sulla trequarti fiducia a Sounas, in attacco l’andriese Salvemini viene preferito a Genchi al fianco di Sarao.

Ritmi altissimi e tanto equilibrio nella prima frazione. Il primo squillo è di marca andriese al 9’ minuto. Cross dalla destra di Piccinni, e sulla respinta della difesa biancoverde, Lattanzio calcia di prima intenzione con la palla che termina alta sopra la traversa. Al 13’ i padroni di casa vanno ad un passo dal vantaggio: incursione in area di Salvemini e palla all’indietro per Sarao che a botta sicura colpisce il palo. Il Monopoli spinge e al 20’ sugli sviluppi di un corner Mercadante calcia a pochi passi dalla porta, Cilli s’immola e respinge. L’Andria soffre e tre minuti più tardi prova ad alleggerire la pressione con un sinistro di Lattanzio dal limite, ma la mira è da dimenticare. Al 26’ prima grande occasione per gli azzurri di Papagni: traversone dalla sinistra di Lattanzio e colpo di testa di Croce che termina di un soffio alto sopra la traversa. Al 31’ Scienza perde Salvemini per infortunio al suo posto entra Genchi. Cinque minuti più tardi è ancora la Fidelis a rendersi pericolosa con una punizione calciata da Matera che non trova la deviazione vincente di un attaccante azzurro. Il finale di frazione è di marca biancoverde e al 48’ un altro prodigioso intervento di Cilli in uscita impedisce a Genchi di firmare il vantaggio del Monopoli. Si va al riposo a reti inviolate.

La ripresa parte con una conclusione di poco a lato di Genchi, ma al 54’ è vantaggio monopolitano. Inserimento perfetto di Rota che serve al centro Sarao abile a prendere il tempo a Quinto e a depositare la palla in rete per l’1-0. Fidelis costretta ad inseguire e Papagni per dare più peso all’attacco getta nella mischia Scaringella e Lancini per Lattanzio e Lobosco. Al 60’ sugli sviluppi di un corner Quinto, ostacolato da Croce, colpisce male di testa: Bardini blocca senza problemi. Il match vive una fase di stallo con tanti errori in fase di possesso e l’Andria che non riesce ad essere propositiva. Il tecnico biscegliese si gioca le ultime carte inserendo anche Di Cosmo, Liguori e Cappiello, ma all’80’ è ancora il Monopoli a farsi vedere dalle parti di Cilli con una conclusione del neo-entrato Longo centrale e bloccata dall’estremo barlettano. All’83’ arriva inesorabile il raddoppio del Monopoli. Zampa illumina e Sarao con un perfetto sinistro a gira insacca all’angolino dove Cilli non può arrivare. 2-0, match chiuso e risultato che condanna la Fidelis Andria alla nona sconfitta stagionale e al penultimo posto solitario in classifica. Nella prossima settimana sarà sosta per la squadra di Papagni che poi dovrà necessariamente riprendere la strada, sempre più in salita, verso la salvezza.

MONOPOLI – FIDELIS ANDRIA: 2-0

MONOPOLI (3-5-2): Bardini; Ferrara, Bacchetti, Mercadante; Rota, Zampa, Scoppa, Sounas (86′ Minicucci), Donnarumma (78′ Longo Leo.); Salvemini (31′ Genchi), Sarao (86′ Mangni). All. Scienza. A disp.: Lewandowski, Convertini, Bei, Benassi, Eleuteri, Tafa, Mavretic, Paolucci, Russo.

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Cilli; Celli, Quinto, Colella (70′ Di Cosmo); Tiritielllo, Piccinni, Matera, Longo Lor. (70′ Liguori), Lobosco (55′ Lancini); Lattanzio (55′ Scaringella), Croce (76′ Cappiello). All. Papagni. A disp.: Maurantonio, Tartaglia, Abruzzese, Borraccino, Scaringella, Ippedico, Scalera, Taurino.

RETI: 54′, 83 Sarao (M)

ARBITRO: Massimi di Termoli

NOTE: Giornata soleggiata e ventosa, terreno in brutte condizioni. Angoli 4-2 per l’Andria. Ammoniti Salvemini, Sarao e Matera. Presenti circa 1500 spettatori.