Prima gioia ad Agrigento: la Fidelis ne fa cinque e sale in classifica

Tripletta di Scaringella e reti di Minicucci e Curcio per la vittoria alla prima di Papagni

Non una vittoria come le altre, ma la prima vittoria doveva esser speciale e così è stato. A Siracusa, per l’inagibilità dello stadio di Agrigento, la Fidelis batte l’Akragas con una goleada che a memoria non si ricorda da diverso tempo. Prima in panchina per Papagni che rispetta la cabala e trova nuovamente un successo al ritorno ad Andria e sempre in Sicilia. In campo, per gli ospiti, ci va un 3-5-2 molto duttile con Curcio libero di allungarsi a sinistra sulla fascia e Quinto spostato spesso nel ruolo di regista difensivo tra Celli e Rada. In attacco ripescato Barisic accanto a Lattanzio. Per Di Napoli, invece, cinque sconfitte consecutive e la necessità di trovare semplicità e punti. Attacco affidato all’ex di turno, l’andriese Salvemini, accanto a Parigi nel 3-5-2.

Subito Sepe da sinistra calcia appena in area ma Maurantonio blocca a terra. La Fidelis si organizza in fretta e trova subito la reazione: 6’ e Nadarevic, nel ruolo di rifinitore da destra, serve rapidamente per Esposito che nel cuore dell’area di rigore calcia ma Vono salva tutto in angolo. E’ sempre uno scambio rapido, questa volta iniziato da Nadarevic e proseguito da Barisic al 12’ con il tiro finale di Lattanzio e la palla alta. Al 24’ Nadarevic sceglie l’azione personale e calcia da lontano ma la sfera è deviata in angolo dal tocco di un difensore. Fidelis che fa le prove del gol al 27’ quando Barisic si ritrova a tu per tu con Vono ma calcia debolmente con l’estremo difensore abile a bloccare tutto. Ma il vantaggio arriva al 34’ quando è Curcio a disegnare una parabola perfetta su calcio di punizione. Terza marcatura stagionale per l’esterno andriese che sblocca alla sua maniera una gara delicatissima. L’Akragas si fa vedere solo al 45’ quando Vicente calcia potente dai 25 metri ma la sfera di poco si spegne sul fondo.

Prima una girandola di cambi sia per Akragas che Andria e poi la prima occasione da rete per chiudere il match da parte degli ospiti: 11’ e Lattanzio sale alto per servire il neo entrato Scaringella in posizione regolare che di testa spreca incredibilmente da pochi passi. La reazione di casa è immediata: due giri di lancette e Salvemini da destra si accentra e calcia ma Maurantonio blocca bene a terra. 15’ ed è ancora l’ex attaccante andriese a calciare di prima intenzione dopo un servizio da sinistra di Sepe. Palla a lato. Ma la Fidelis resta ordinata in difesa e sale con il ritmo sino a trovare il gol del raddoppio: 28’ cross pennellato di De Giorgi da destra e rete di testa di Scaringella. Neanche il tempo di esultare sotto lo specchio di curva occupato dai tifosi ospiti, che arriva anche il tris: mezz’ora di gioco e Minicucci avvia e rifinisce un’azione di contrattacco con l’Akragas sbilanciata e la rete facile facile di Scaringella a tu per tu con Vono. Ma è il pomeriggio proprio di Michele Scaringella che dopo tre minuti trova il quarto gol della partita ed il suo tris personale grazie ad un nuovo contropiede perfettamente orchestrato dalla Fidelis. Al secondo minuto di recupero, tuttavia, arriva il gol della bandiera per i siciliani: Franchi da destra sfrutta una dormita difensiva e serve Salvemini che sigla il gol dell’ex. Ma la gara non è finita e Minicucci avanza palla al piede e segna anche la quinta marcatura con un tiro preciso che non lascia scampo a Vono. Non c’è più tempo e la squadra di Papagni elegge il suo goleador, toglie lo zero dalle vittorie in campionato, sale nella graduatoria dei gol fatti e prepara con tranquillità la sfida casalinga di sabato prossimo contro il Trapani.

Il Tabellino di Akragas – Fidelis Andria 1-5
AKRAGAS (3-5-2): Vono 5; Mileto 5, Pisani 5,5 (41’ pt Russo 4,5), Danisi 5; Saitta 6 (20’ st Franchi 6), Carrotta 5,5 (8’ st Gjuci 5,5), Vicente 6, Longo 5,5, Sepe 6; Parigi 5 (8’ st Moreo 5), Salvemini 6.
In Panchina: Lo Monaco, Caternicchia, Ioio, Bramati, Rotulo, Canale.
Allenatore: Di Napoli 4,5.
FIDELIS ANDRIA (4-3-3): Maurantonio 6,5; Celli 6,5, Rada 6,5, Curcio 7; De Giorgi 6,5 (37’ st Di Cosmo sv), Piccinni 6, Quinto 6, Esposito 6,5 (37’ st Bottalico sv), Nadarevic 6,5 (14’ st Minicucci 6,5); Lattanzio 7 (37’ st Croce sv), Barisic 6 (8’ st Scaringella 8).
In Panchina: Cilli, Allegrini, Colella, Ippedico, Paolillo.
Allenatore: Papagni 7,5.
ARBITRO: Fontani di Siena.
RETI: pt 34’ Curcio (F); st 28’, 30’, 33’ Scaringella (F), 47’ Salvemini (A), 48’ Minicucci (F).
NOTE: Pomeriggio caldo, terreno in buone condizioni. Spettatori 700 circa. Espulso al 19’ st il tecnico dell’Akragas Di Napoli. Ammoniti: Lattanzio, Carrotta, Maurantonio. Angoli: 8 a 5 per l’Akragas. Recupero pt 3’; st 4’.