Legge Elettorale, il Rosatellum è una “pessima legge” per il 45,2%

Legge Elettorale, il Rosatellum è una “pessima legge” per il 45,2%

Per 4 su 10 il futuro governo sarà di “larghe intese”. Il sondaggio Index Research

La metà degli italiani reputa importante l’approvazione della legge elettorale, ma il 45,2% ritiene che la legge attualmente in discussione sia una “pessima legge”. Lo rileva l’ultimo sondaggio Index Reserch realizzato alla vigila dell’approvazione. Alla domanda “Lei reputa importante l’approvazione della legge elettorale?” il 50,9% ha risposto di si, il 24,6% non crede invece lo sia. Una percentuale molto simile, il 24,5% non sa o non vuole rispondere. L’istituto di ricerca guidato da Natascia Turato ha sondato anche il giudizio nei confronti della legge in discussione. Ebbene, per il 45,2% degli intervistati è una pessima legge, per il 38,4% è la migliore possibile.

Intenzioni di voto
Rimangono stabili le distanze tra i principali schieramenti secondo le intenzioni di voto di Index Research. Alla domanda “Se ieri si fossero tenute le elezioni politiche, lei per quale partito avrebbe più probabilmente votato?” il 26,8% degli intervistati ha indicato il Movimento 5Stelle (+0,2). Rimane inchiodato al 25,5% il Partito Democratico. Lega Nord si riposiziona al 14,8% (+0,2%), Forza Italia non riesce a superare il 14,2%. Fratelli d’Italia al 5,3%.

Il dopo voto
Per quattro italiani su dieci il governo più probabile dopo il voto è quello di “larghe intese”. Due su dieci pensano possa governare il centrodestra, l’8,3% ritiene che possa governare il centrosinistra. Solo l’1,9% pensa all’ipotesi di un governo M5S con l’appoggio esterno della Lega.

Lascia un Commento