Partita della Solidarietà, vince il cuore degli andriesi

In 6.000 al “Degli Ulivi” per la sfida tra la Nazionale Cantanti e gli Amici per la Vita

Grande entusiasmo e partecipazione allo stadio “Degli Ulivi” di Andria in occasione della settima edizione della “Partita della Solidarietà”. Sono stati infatti 6.000 gli andriesi accorsi per assistere alla sfida tra gli “Amici per la Vita”, composta da imprenditori andriesi locali, e la Nazionale Cantanti, ricca di numerosi artisti amati dal pubblico, tra i quali Ermal Meta, Fausto Leali, Rocco Hunt, Andrea Pisani (PanPers), Marco Bazzoni (Baz), capitan Enrico Ruggeri e tanti altri. Una sfida che visto in campo, nella squadra degli imprenditori locali, gli ex calciatori Nicola Amoruso e Gennaro Delvecchio, e la presenza di Riccardo Scamarcio, del Sindaco di Andria, Nicola Giorgino, e del presidente della Fidelis Andria, Paolo Montemurro.

Ospiti illustri ed imprenditori scesi sul terreno di gioco per un progetto di grande solidarietà, chiamato “Senza Sbarre”. Infatti, con i fondi ricavati dalla vendita dei tagliandi della partita, verrà finanziato questo progetto che mira al reinserimento nella società di coloro che, dopo aver commesso degli errori, meritano una seconda chance nel prosieguo della loro vita. Un’idea fortemente voluta da don Riccardo Agresti, tra i primi promotori del progetto “Senza Sbarre”, e il capitano della squadra degli imprenditori andriesi, Felice Gemiti.

Il risultato finale della partita è 4-4, punteggio che si ripete ancora una volta come già accaduto in passato, ma poco importa. I veri vincitori della manifestazione sono stati tutti gli andriesi accorsi per questo evento significativo, assieme ai coraggiosi atleti scesi in campo per i 90 minuti. La premiazione finale è avvenuta con la presenza del Vescovo della Diocesi di Andria, Canosa e Minervino, Mons. Luigi Mansi.