Andria si veste di “bianco” cenando con la tradizione

Andria si veste di “bianco” cenando con la tradizione

L’evento il prossimo 1 luglio nella centrale piazza Catuma

 Andria si veste di bianco cenando con la tradizione. Appuntamento sabato 1 luglio, alle 20,30, nella centralissima piazza Catuma. L’obiettivo, come spiega l’organizzatore, lo showman, regista e attore andriese Sabino Matera, è «restituire ai cittadini il piacere di ritrovarsi in uno spazio urbano che viene vissuto per una volta come proprio, attraverso il rito della tavola conviviale intesa come riscoperta di una tradizione. Quella che animava i pranzi in strada delle feste del Patrono al Sud», puntualizza. Innanzitutto sarà un momento di allegria. Infatti, sul palco saliranno due maestri della risata: Antonello Ricci, noto anche come «Mefisto» in una notissima fiction, e Vitantonio.
Matera aggiunge: «La condivisione è la chiave della partecipazione. Condividere la città, la tavola, ma anche le ricette». Quindi il promoter riepiloga le regole per l’evento già collaudato negli anni passati e atteso dalla popolazione. Innanzitutto occorre essere vestiti di bianco «dalla testa ai piedi». Ancora: «Invito i miei concittadini ad arrivare in piazza Catuma innanzitutto con il sorriso sul viso e nel cuore, e comunque con uno zaino o una cesta da picnic con le prelibatezze preparate a casa, piatti, posate e tovagliato, possibilmente non usa e getta perché questo genera una eccessiva quantità di immondizia, ma anche un buon dolce e un buon vino e perchè no anche candele, lumini e altri ornamenti. Tavoli e sedie saranno messi a disposizione dall’organizzazione».
Una delle regole d’oro, introdotte fin dall’invenzione della cena in bianco, anni fa a Parigi, è che «finito il tutto, si sparecchia e si smonta e non si lascia neanche una briciola né tanto meno rifiuti. Vorremmo dimostrare – continua Sabino Matera – che Andria è una città civile, in modo da poterne essere orgogliosi e da poter ripetere questa iniziativa in futuro. Il successo della serata è nelle mani dei commensali». Infine, per aderire alla cena in bianco è necessario comunicare i propri riferimenti e il numero dei commensali all’indirizzo di posta elettronica cenainbiancoandria@gmail.com, oppure telefonare al 371/1267351.