Verdure ed ortaggi: prezzi alle stelle per mancanza di prodotto

Finocchi da 0,30 a 1,50 euro all’ingrosso. Campi distrutti

Verdure ed ortaggi arrivano alle stelle nei banchi dei fruttivendoli ma anche nei mercati ortofrutticoli. Esempio per tutti: un chilo di finocchi passa da circa 0,30 centesimi a non meno di 1,50 euro all’ingrosso. Un salto di prezzo di circa cinque volte che si ripercuote ovviamente sulla popolazione. La Puglia, una delle terre maggiormente rigogliosa e produttrice di verdure ed ortaggi, completamente imbiancata e con colture distrutte e danni neanche lontanamente quantificabili.

Poche le serre e pochi i prodotti rimasti integri e situazione strutturale che non finirà a breve. La carenza di merce e di prodotto, ovviamente, è la causa dei prezzi schizzati in alto. I grossisti stanno lavorando con verdure ed ortaggi conservati nelle celle frigorifere ma naturalmente i prodotti sono in via di esaurimento.