Maltempo, i Carabinieri salvano una famiglia bloccata in Contrada Finizio

Quasi 500 gli interventi dei militari in tutta la Regione Puglia

L’eccezionale ondata di maltempo, che da giorni imperversa su tutta la Regione, come previsto, ha creato non pochi disagi, soprattutto agli automobilisti in transito sulle arterie principali, ma anche a persone rimaste isolate nelle zone meno raggiungibili. Importante il dispositivo posto in piedi dai Carabinieri e dai Carabinieri della Forestale su tutto il territorio regionale della Puglia.

In particolare, nella BAT, intervento dei militari ad Andria, in contrada “Finizio, dove i Carabinieri hanno salvato un’intera famiglia, inclusi due minori, rimasti bloccati per l’abbondante nevicata. La telefonata al numero di emergenza 112 si è rivelata essenziale per consentire la celerità dei soccorsi. Difficile raggiungere il luogo, viste le strade impercorribili e oltre ai vani tentativi di contatto con i malcapitati per l’impossibilità di usare i telefoni cellulari, e con temperature fino a toccare i -6°. Fortunatamente, anche per loro, la brutta disavventura è finita nel migliore dei modi: soccorsi e rifocillati, la loro auto è stata trainata sino alla più scorrevole SP 234. Stesse scene a Minervino Murge dove i militari sono intervenuti in contrada “Di Tria” a circa dieci chilometri dal centro murgiano: qui un automobilista è rimasto intrappolato da un metro e mezzo di neve. L’uomo è riuscito a comporre il numero di emergenza 112, venendo così raggiunto dalla pattuglia della locale Stazione che lo ha trovato colto da un principio di ipotermia.

Il grande dispositivo posto in campo in tutta la regione, circa 8 mila, tra Carabinieri e Carabinieri Forestali, ha funzionato ed in questi giorni sono stati circa 492 gli interventi di varia natura effettuati dai militari durante i quattro giorni di picco delle precipitazioni nevose. Diverse centinaia sono stati gli interventi portati a compimento. Dal soccorso ad automobilisti in grave difficoltà; al conforto portato a contadini rimasti totalmente isolati; al servizio di staffetta ad ambulanze; all’aiuto prestato a degenti e personale sanitario di ospedali rimasti isolati; alle medicine portate a domicilio di soggetti non deambulanti. Ma soprattutto, l’intervento dei Carabinieri è stato decisivo ad Altamura nel trasporto urgente di una neonata di soli 40 giorni in grave pericolo di vita e giunta all’Ospedale Pediatrico di Bari.