Share
Disagi in alcune scuole andriesi per freddo e “scivolate”

Disagi in alcune scuole andriesi per freddo e “scivolate”

Lezioni regolari in gran parte degli istituti. Tecnici al lavoro per i guasti

Il freddo e il ghiaccio continuano a creare disagi nella città di Andria. Per la giornata di mercoledì 11 gennaio, infatti, il comune ha ordinato la riapertura degli istituti scolastici ma i problemi all’apertura, purtroppo, non sono mancati in diverse zone della città di Andria. In particolare, le più grandi difficoltà hanno riguardato i riscaldamenti e la parziale pulizia di alcuni cortili esterni. L’intero istituto della scuola “Imbriani” è rimasto al freddo così come uno dei due plessi all’interno della scuola “Verdi”. In entrambi i casi il problema è stato dell’impianto di riscaldamento con problematiche che erano state segnalate già da diverso tempo e che sarebbe stato necessario sistemare anche precedentemente alla chiusura per neve degli istituti. Per la scuola “Verdi”, comunque, intervento immediato dei tecnici che attorno alle 9,30 hanno risolto il guasto facendo ripartire l’impianto di riscaldamento e consentendo lo svolgimento delle lezioni regolare.

ghiaccio scuola verdiProblema che permane, anche se sono al lavoro ugualmente i tecnici, presso l’Istituto “Imbriani” dove non sarà realizzato il tempo pieno. Riscaldamento che è acceso per circa quattro ore al giorno, invece, per gli istituti di competenza della provincia di Barletta Andria Trani e cioè quelli secondari di secondo grado. Situazioni particolari sono segnalate nella nuova ala del Liceo Scientifico dove si stanno ancora completando le procedure di realizzazione degli impianti di riscaldamento oltre che nelle aule posizionate all’interno dell’ex casa del custode al Liceo “Carlo Troya”. Alunni trasferiti in laboratori alternativi perchè oggettivamente impossibile far lezione nelle aule fredde e senza riscaldamento. Uscita anticipata, invece, per gli studenti dell’Ipsia “Archimede” nel plesso di via Barletta dove la situazione, sia nel cortile esterno che nella aule, è stata particolarmente complicata. Alcuni dirigenti scolastici, tuttavia, stamane hanno già chiesto alla provincia di prevedere un aumento delle ore di riscaldamento negli istituti.

All’ingresso a scuola, invece, diversi sono stati i problemi per la presenza di ghiaccio all’esterno degli istituti scolastici ed in particolare in alcuni cortili. Il caso più grave nella Scuola “Manzoni” dove una docente è scivolata nel cortile interno dovendo ricorrere alle cure del Pronto Soccorso andriese. Situazione complessa anche all’ingresso dell’Istituto “Don Bosco” dove era stato sparso il sale nella giornata di ieri ma quasi nullo è stato l’effetto. Stessa cosa è accaduta nel cortile interno della Scuola “Verdi” dove, nonostante il sale sparso, il ghiaccio l’ha fatta da padrona creando non poche difficoltà al raduno dei circa mille studenti dell’istituto. Situazione in via di risoluzione vista la nuova pulitura effettuata in mattinata. Scene simili all’Oberdan dove l’uscita sarà effettuata solo da viale Roma per evitare problemi dato il ghiaccio presente nel cortile interno di via Oberdan. Da una ricognizione negli altri istituti non si registrano altre difficoltà negli Istituti andriesi o di competenza provinciale.

Lascia un Commento